Category Archives: First Team

PRIMAVERA, 3 PUNTI A VICENZA


MILANO - Nella sesta giornata del girone di ritorno del Campionato Primavera, i rossoneri di miser Brocchi hanno battuto 2-0 al Comunale dei Martinelli a Longare (VI) il Vicenza grazie alle reti di Crociata e Turano. Buona prestazione dei rossoneri che sono passati subito in vantaggio con Crociata, al 2', abile a mettere in rete un bel cross di Felicioli. Il Vicenza prova a reagire e all'11' Cestaro, su azione di calcio d'angolo, colpisce la traversa. Al 31' il Milan raddoppia, Zanellato calcia da fuori area una corta respinta della difesa biancorossa, il suo tiro viene stoppato da un giocatore del Milan, poi un fortunoso rimpallo manda la palla in rete per il 2-0 del Milan, ultimo tocco di Turano. Nel secondo tempo il Milan gestisce bene la gara e porta a casa 3 punti molto importanti per la classifica.Di seguito la cronaca della partita:2° TEMPO- 93' Finisce qui Vicenza-Milan, 0-2 per i rossoneri, le reti di Crociata e Turano.- 88' Occasione rossonera con Hadziosmanovic, dopo una serie di rimpalli il pallone non ne vuole sapere di entrare nello specchio della porta del Vicenza.- 80' Cambio nel Vicenza, esce Dal Dosso, al suo posto Cristano.- 75' Cambio nel Milan, esce Crociata, al suo posto entra Hadziosmanovic.- 72' Ammonizione per il Vicenza, cartellino giallo per Dal Dosso per simulazione.- 70' Occasione Vicenza, sempre su calcio d'angolo, Pinton da sponda per Demoleon che sempre di testa non trova lo specchio della porta. - 66' Milan pericoloso, schema su punizione che porta Mastalli al tiro, devia in angolo Belogravic.- 65' Azione pericolosa di Donadello sulla destra, poi De Santis ci mette una pezza.- 64' Calcio di punizione per il Vicenza, sul cross stacca Donadello che non trova lo specchio della porta.- 63' Cambio nel Vicenza, esce Gambasin, al suo posto Boesso.- 63' Cambio nel Milan, esce Casiraghi, al suo posto Agnero.- 57' Cambio nel Vicenza, esce Paganin, al suo posto Donadello.- 49' Occasione Vicenza, colpo di testa, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, da parte di Pinton, il pallone rimbalza e finisce sulla traversa.- 46' Inizia il secondo tempo, primo pallone per i rossoneri.- 46' Cambio nel Milan, esce Mondonico, al suo posto Bordi.1° TEMPO- 47' Fine primo tempo, Milan avanti 2-0 grazie alle reti di Crociata e Turano.- 40 Ammonizione per il Vicenza, cartellino giallo per Facioni.- 31' GOL del MILAN! Su una respinta corta della difesa del Vicenza, Zanellato calcia da fuori area, il suo tiro viene stoppato da un giocatore del Milan, poi una fortunosa carambola manda il pallone in rete per il 2-0 del Milan, di Turano l'ultimo tocco.- 27' Passaggio filtrante per un attaccante del Vicenza, esce Plizzari in presa bassa che blocca il pallone.- 22' Bel pallone servito da Casiraghi a Cutrone, l'attacante rossonero calcia incrociando ma chiude troppo il tiro che termina a lato.- 17' Cartellino giallo Milan, ammonito Mondonico per fallo su Demoleon.- 13' Occasione Vicenza, Massaro si trova a tu per tu con Plizzari ma non trova lo specchio della porta.- 11' Calcio di punizione per il Vicenza, sul cross interviene Cestaro che colpisce la traversa.- 5' Occasione per il Milan con Mastalli, miracolo di Belogravic che concede l'angolo ma evita il peggio.- 2' GOL del MILAN! Assist di Felicioli che lancia Crociata ad insaccare di testa nella porta del Vicenza.- 1' Fischio di inizio, palla del Vicenza.Queste le formazioni ufficiali:VICENZA: Belogravic; Gambasin, Dal Dosso, Pinton, Cestaro, Demoleon, Bonaccorso, Coulibaly, Massaro, Paganin, Facioni. A disposizione: Rausa, Boesso, Pizzolato, Bertaso, Pegoraro, Crestani, Donadello. Allenatore: Daniele FortunatoMILAN: Plizzari; Turano, De Santis, Mondonico, Felicioli; Mastalli (C), El Hilali, Zanellato; Crociata; Cutrone, Casiraghi. A disposizione: Crosta, Malberti, Iudica, Bordi, Maldini, Hamadi, Hadziosmanovic, Agnero, Careccia, Spinelli, La Ferrara, Zucchetti. Allenatore: Cristian Brocchi

2 ESTERNI E 1 MISTER

MILANO - Ecco alcune delle dichiarazioni rilasciate ieri al Corriere della Sera da Mattia De Sciglio: "So che da me si pretende tanto perché ho lasciato intravedere le mie doti presto. Solo che ci si aspetta ogni domenica un rendimento sopra la media, mentre invece un calo ogni tanto alla mia età è normale. Ma devo imparare a passare sopra le critiche. Il ruolo? Sono destro di piede e potrei giocare anche su quella fascia, ma a sinistra gioco anche in Nazionale. Diciamo che lì ho più continuità di rendimento. Inzaghi? Ha lavorato sul gruppo e sull’unità di squadra, che l’anno scorso mancava: se c’è unione fuori dal campo, poi i risultati si vedono anche in partita. La sua qualità principale è trasmetterci entusiasmo. Se è un sergente di ferro? Chiede impegno e disponibilità, ma è più permissivo di quello che vuole far credere: essendo stato giocatore, conosce le nostre esigenze. La fascia di capitano? Sto prendendo esempio da quei giocatori d’esperienza che ci sono nello spogliatoio come Abbiati, Bonera e Montolivo, leader di questa squadra. Sarebbe un onore diventare, un giorno, il capitano del Milan. Chi porta la fascia solleva le coppe? Un motivo in più per indossarla…".Così invece Ignazio Abate alla Gazzetta dello Sport: “Il cambio di allenatore ha fatto bene a me e al gruppo, si respira un’aria diversa. Ma non mi esalto adesso come non mi sono depres­so prima. Inzaghi? Lo conosco da anni: Inzaghi è un maniaco, un perfezionista. Lo era da giocatore e lo è da tecnico. Nello spogliatoio si fa rispettare: c’è il momento in cui si lavora, e lì Inzaghi non transige, e il momen­to in cui si può scherzare. C’è una fiducia corrisposta tra noi e lui. Da tanto non si respirava un’aria così a Milanello. A Seedorf non ho mai chiesto spiegazioni per le esclu­sioni e gli ho sempre detto le cose in faccia. Pretendo solo rispetto e lealtà. In quei mesi soffrivo, rischiavo di perdere il Mondiale. È stato un capitolo sfortuna­to per me e per il Milan. Mi ha fatto piacere che See­dorf abbia detto che mi sono sempre comportato da professionista.La chiusura di Abate è sul contratto: “La mia priorità è il Milan: lo aspetterò finché po­trò. Questa è casa mia, anche se so che nel calcio ci si può separare. Io voglio restare e chiudere qui la car­riera. Non riesco a vedermi con un’altra maglia ad­dosso, almeno in Italia: al massimo andrei all’estero. Ma il momento di salutarci non è arrivato. Quando arrivo a Milanello, mi emoziono ancora".

OGGI ALLE 11.30

MILANELLO - Dopo l'allenamento tecnico-tattico del mattino, la squadra è tornata al lavoro ieri pomeriggio.I Rossoneri hanno svolto lavoro di scarico all'interno della palestra del Centro Sportivo di Milanello.Keisuke Honda ha effettuato corsa continua sul campo ribassato, mentre i portieri si sono allenati sul campo rialzato.Oggi la squadra torna al lavoro a partire dalle 11.30.Per vedere le foto del lavoro della squadra in palestra, clicca qui.

TATTICA MATTUTINA

MILANELLO - La squadra questa mattina ha svolto il primo allenamento dei due previsti per oggi.
I Rossoneri hanno iniziato il lavoro mattutino sul campo coperto del Centro sportivo di Milanello con esercizi a secco e sugli ostacoli alti.
Dopo la fase di riscaldamento, il gruppo ha svolto esercizi a terra sempre sul campo coperto. Subito dopo i difensori con Essien e De Jong sono usciti sul campo rialzato per dedicarsi alla tattica, in particolare al giropalla sulla linea difensiva.
Tutti gli altri giocatori sono rimasti sul campo coperto per ultimare l'allenamento con una serie di esercizi con ostacoli bassi e di allungamento.
Oggi pomeriggio la squadra tornerà al lavoro alle 15.30.

TUTTI I GOL DEI GIOVANI ROSSONERI

MILANO - Il weekend giovanile rossonero è stato ricco di spunti, con tanti gol nelle partite del Milan.PRIMAVERA: La squadra di Cristian Brocchi, senza Di Molfetta e con Vido e Calabria non al meglio, ha lottato nel derby pur dovendo fare i conti con il grave infortunio di Crociata dopo 6 minuti, finito all'ospedale senza provvedimenti per l'autore del fallo. Nella ripresa, invece, De Santis espulso. Fino al provvedimento su De Santis, l'Inter era in vantaggio 2-1. Poi la gara è finita 4-1 a favore dei giovani nerazzurri.BERRETTI: Scoppiettante successo dei ragazzi di Nava, ormai in serie positiva. La Berretti rossonera ieri al Vismara ha battuto 7-5 l'Arezzo con tripletta di Meleleo, doppietta di Cestagalli e reti di Papasodaro e Festa.ALLIEVI LEGA PRO: Reggiana-Milan 2-1, rete rossonera di Pobega.GIOVANISSIMI NAZIONALI: Milan-Lumezzane 1-1.GIOVANISSIMI REGIONALI A 2001: I Giovanissimi Regionali 2001 allenati da Walter De Vecchi hanno superato sabato 6-0 il Renate, dopo aver battuto in settimana in recupero il Pavia. Si tratta della quarta vittoria consecutiva per i ragazzi rossoneri che salgono a quota 14 punti in classifica. I gol di Milan-Renate 6-0: doppietta di Bruni, reti di Sala, Frigerio, Diagne e Radice.GIOVANISSIMI REGIONALI B 2002: Milan-Pro Patria 7-0, con reti di Pio Loco e Luscetti (doppietta per entrambi), Grassi, Cpulibaly e Colombo.ESORDIENTI A 2003: Lombardia 1-Milan 1-1, rete milanista di Kourouma.PULCINI A 2005: Milan-Rozzano calcio 9-1. Tabellino: 3 reti Longhi, 2 Cappiello, 2 Sala, 1 Zeroli e Perrucci.