Category Archives: Notizie Serie A

Leandri convoca 23 calciatrici per il primo raduno della stagione

Pub:Thu, 26 Sep 2019 16:13:25 +0200

Lo stage si svolgerà presso il Mancini Park Hotel di Roma dal 29 settembre al 2 ottobre. Le ragazze sono tutte in pianta stabile nei rispettivi club di…

Primo impegno stagionale per la Nazionale Under 23 Femminile. Il tecnico Jacopo Leandri ha convocato 23 calciatrici di età compresa tra i 18 e i 22 anni, che si raduneranno da domenica 29 settembre a mercoledì 2 ottobre al Mancini Park Hotel di Roma.

Tutte inserite in pianta stabile nei rispettivi club di Serie A, le ragazze sono monitorate costantemente anche dalla Ct della Nazionale maggiore Milena Bertolini, che guarda all’Under 23 come ad un prezioso bacino cui attingere per gli impegni nelle qualificazioni al prossimo Campionato Europeo.

L’elenco delle convocate

Portieri: Roberta Aprile (FC Inter), Noemi Fedele (Fiorentina Women’s), Alessia Piazza (AC Milan);
Difensori: Maria Luisa Filangeri (Sassuolo), Martina Lenzini (Sassuolo), Beatrice Merlo (FC Inter), Vanessa Panzeri (Juventus), Tecla Pettenuzzo (AS Roma), Alice Tortelli (Fiorentina Women’s), Valery Vigilucci (Fiorentina Women’s);
Centrocampiste: Arianna Caruso (Juventus), Camilla Labate (Sassuolo), Cecilia Prugna (Empoli Ladies), Valentina Puglisi (Tavagnacco), Alice Regazzoli (FC Inter), Erika Santoro (Sassuolo), Flaminia Simonetti (Empoli Ladies);
Attaccanti: Sara Baldi (Hellas Verona Women), Agnese Bonfantini (AS Roma), Sofia Cantore (Hellas Verona Women), Maria Teresa Pandini (FC Inter), Martina Piemonte (Real Betis), Elisa Polli (Tavagnacco).

Staff – Allenatore: Jacopo Leandri; Vice allenatore: Viviana Schiavi; Segretario: Alessandra Savini Nicci; Preparatore dei portieri: Mattia Volpi; Preparatore atletico: Federico Pannoncini; Medico: Pierpaolo Rota; Fisioterapista: Emanuele Provini.

A Padova e Maser le due amichevoli con la Croazia: i convocati del Ct Alessio Musti

Pub:Mon, 16 Sep 2019 17:42:14 +0200

Lo scorso aprile, il ritorno della Nazionale in Italia – con il tutto esaurito del Pala Giovanni Paolo II di Pescara…

Lo scorso aprile, il ritorno della Nazionale in Italia – con il tutto esaurito del Pala Giovanni Paolo II di Pescara nel 3-3 contro l’Argentina e il successivo trionfo contro la Bosnia – ha regalato una ventata di ottimismo all’Italfutsal, certificando un buono stato di salute nel nuovo corso varato da Alessio Musti (tre vittorie e un pari dal suo insediamento). Fondamentale trovare la giusta strada, visto che la stagione 2019/2020 è quella che porta al Mondiale lituano. Ercolessi e compagni romperanno il ghiaccio nel doppio test match contro la Croazia, avversario affrontato l’ultima volta nel gennaio 2017. I ricordi più freschi non sono fra i più positivi, visto che i vicini di casa vinsero in entrambe le occasioni (2-1 e 4-3) in quel di Zadar. Ma è l’avversario giusto per tenere alto il livello dell’attenzione: saranno queste infatti le ultime due uscite prima di tornare in campo per il Main Round di qualificazione al Mondiale che si giocherà al Pala Sele di Eboli dal 24 al 27 ottobre prossimo. La prima delle due amichevoli si giocherà lunedì 23 alle 20.30 alla Kioene Arena di Padova, in passato già teatro di diverse sfide col pallone a rimbalzo controllato. Per la seconda, invece, ci si sposterà il giorno successivo in provincia di Treviso, in quel di Maser con fischio d’inizio sempre alle 20.30. I precedenti dicono ampiamente Italia: quindici vittorie, due pareggi e due sconfitte in diciannove confronti. Ma negli ultimi anni il gap si è notevolmente ridotto, le due sconfitte precedentemente citate sono lì a testimoniarlo.

Per l’occasione il Ct Musti riporta in Nazionale Mauro Canal, Cristiano Fusari, Giovanni Pulvirenti e il più giovane della lista convocati, Francesco Lo Cicero con i suoi 19 anni (classe 2000). Gli azzurri si raduneranno a Padova domenica 22 settembre, per poi scendere in campo a ventiquattro ore di distanza.

L’elenco dei convocati:

Portieri: Michele Miarelli (Italservice Pesaro), Stefano Mammarella (AcquaeSapone Unigross), Francesco Molitierno (Sandro Abate Avellino)

Giocatori di movimento: Francesco Lo Cicero (Lynx Latina), Marco Ercolessi (Feldi Eboli), Sergio Romano (Feldi Eboli), Giacomo Azzoni (Came Dosson), Gabriele Ugherani (Came Dosson), Cristiano Fusari (Signor Prestito CMB), Giovanni Pulvirenti (Signor Prestito CMB), Paolo Cesaroni (Meta Catania), Carmelo Musumeci (Meta Catania), Massimo De Luca (Real Rieti), Diego Cavinato (Sporting Lisbona), Alex Merlim (Sporting Lisbona), Marcelinho Padilha (Italservice Pesaro), Mauro Canal (Italservice Pesaro), Julio De Oliveira (Italservice Pesaro)

Staff – Commissario Tecnico: Alessio Musti; Capo Delegazione: Andrea Montemurro; Segretario: Fabrizio Del Principe; Assistente Allenatore: Gianfranco Angelini; Preparatore Atletico: Valerio Viero; Preparatore dei portieri: Mauro Ceteroni; Video Analista: Riccardo Manno; Medico: Giuseppe Maccauro; Fisioterapista: Diego Falanga

Qualificazioni europee. Convocate 23 Azzurre per le gare con Malta e Bosnia Erzegovina

Pub:Thu, 26 Sep 2019 15:40:25 +0200

Prima chiamata per il centrocampista della Roma Giada Greggi. L’Italia in campo il 4 ottobre a Ta’Qali (ore 17.30) e l’8 a Palermo (ore 17.30)…

Superati i primi due ostacoli, riparte la corsa della Nazionale Femminile a EURO 2021. Dopo i successi in casa di Israele (3-2) e Georgia (0-1), l’Italia tornerà in campo venerdì 4 ottobre (Stadio Centenary, ore 17.30) a Ta’Qali con Malta e martedì 8 (Stadio “Renzo Barbera” ore 17.30) a Palermo con la Bosnia Erzegovina. Entrambe le gare saranno trasmesse in diretta su Rai2.

La Ct Milena Bertolini ha convocato 23 calciatrici: prima chiamata per il centrocampista dell’AS Roma Giada Greggi, che proviene dalla filiera azzurra avendo giocato con le Nazionali Femminili Under 15, Under 17 e Under 19. La squadra si radunerà domenica 29 settembre entro le ore 20 a Roma. Il programma tecnico prevede quattro sessioni di allenamento (due al giorno), prima della partenza per Malta che avverrà martedì 2 ottobre. Nella giornata di lunedì 30 è in programma la conferenza stampa della Commissaria tecnica.

A Malta le Azzurre si fermeranno fino a sabato 5 ottobre; dopo l’allenamento del mattino, il gruppo partirà per Palermo.

Nota per le redazioni – Sono aperti gli accrediti per la gara dell’8 ottobre Italia-Bosnia e Erzegovina a Palermo sul sistema on line della FIGC www.accreditations.figc.it.

L’elenco delle convocate

Portieri: Laura Giuliani (Juventus), Francesca Durante (Fiorentina Women), Rachele Baldi (Empoli Ladies);
Difensori: Elisa Bartoli (AS Roma), Lisa Boattin (Juventus), Laura Fusetti (AC Milan), Sara Gama (Juventus), Alia Guagni (Fiorentina Women), Elena Linari (Atletico Madrid), Linda Tucceri Cimini (AC Milan);
Centrocampisti: Valentina Bergamaschi (AC Milan), Valentina Cernoia (Juventus), Aurora Galli (Juventus), Manuela Giugliano (AS Roma), Benedetta Glionna (Hellas Verona), Giada Greggi (AS Roma), Gloria Marinelli (FC Inter), Martina Rosucci (Juventus), Annamaria Serturini (AS Roma);
Attaccanti: Cristiana Girelli (Juventus), Valentina Giacinti (AC Milan), Daniela Sabatino (Sassuolo), Stefania Tarenzi (FC Inter).

Staff – Commissario Tecnico: Milena Bertolini; Assistente allenatore: Nicola Matteucci; Vice capo delegazione: Barbara Facchetti; Coordinatore Nazionale Femminile: Annarita Stallone; Segretario: Alessandra Savini Nicci; Preparatore Atletico: Francesco Perondi; Preparatore Portieri: Cristiano Viotti; Match Analyst: Marco Mannucci; Medici: Luca Gatteschi, Antonio Ponzo; Fisioterapisti: Maurizio D’Angelo, Matteo Cossa; Nutrizionista: Natale Gentile.

Programma

Domenica 29 Settembre
Ore 20:00 Raduno presso il Mancini Park Hotel di Roma

Lunedì 30 Settembre
Ore 10:00 Allenamento
Ore 13:15 Conferenza Stampa CT
Ore 16:00 Allenamento (aperto ai Media i primi 15’)

Martedì 1 Ottobre
Ore 10:00 Allenamento
Ore 13:15 Conferenza Stampa Calciatrici
Ore 16:00 Allenamento (aperto ai Media i primi 15’)

Mercoledì 2 Ottobre
Ore 9:25 Partenza da Roma per Malta
Ore 17:30 Allenamento

Giovedì 3 Ottobre
Ore 17:30 Allenamento
Ore 18:30 Walk Around allo Stadio Centenary di Malta

Venerdì 4 Ottobre
Ore 17:30 Gara Malta – Italia

Sabato 5 Ottobre
Ore 9:30 Allenamento
Ore 18:55 Partenza da Malta per Roma
Ore 21:40 Partenza da Roma per Palermo

Domenica 6 Ottobre
Ore 16:30 Allenamento (chiuso)

Lunedì 7 Ottobre
Ore 16:00 Conferenza stampa allo Stadio Renzo Barbera
Ore 16:30 Allenamento (aperto ai Media i primi 15’)

Martedì 8 ottobre
Ore 17:30 Gara Italia-Bosnia ed Erzegovina

 

Primo raduno di selezione a Brescia. Patrizia Panico convoca 44 giocatori classe 2005

Pub:Mon, 16 Sep 2019 16:43:09 +0200

Il 19 settembre al Centro ‘San Filippo’ si inizia con l’area Nord. Seguiranno tre tappe a Coverciano, Roma e Catanzaro per completare la selezione…

La selezione della nuova Nazionale Under 15, il primo passo nella filiera Azzurra, comincia al Nord e si terrà giovedì 19 settembre al Centro Sportivo ‘San Filippo’ di Brescia. Il tecnico Patrizia Panico per questo primo appuntamento ha convocato 44 giocatori, tutti nati nel 2005, provenienti dalle società del Nord Italia. Inizia così la formazione dell’Under 15, frutto dell’interazione nel Club Italia tra le Nazionali giovanili coordinate da Maurizio Viscidi e l’Area Scouting che fa capo a Mauro Sandreani, e della fattiva collaborazione con i club delle diverse regioni italiane.

Questa attività di selezione dei giovani talenti sarà completata da altri tre appuntamenti: il 3 ottobre a Coverciano con i giocatori del Centro-Nord, il 17 ottobre a Roma con i giovani appartenenti ai club del Centro Italia, mentre l’ultimo raduno riservato all’area Sud si svolgerà l’11 novembre a Catanzaro. Appena formata, la Nazionale giovanile affronterà il suo primo impegno internazionale a novembre nel Torneo UEFA che si svolgerà ad Algarve con i pari età della Spagna, della Finlandia e i padroni di casa del Portogallo.

“Si sta sempre di più ampliando – afferma Panico – la possibilità di incontri internazionali per l’Under 15. Il confronto con le più importanti realtà calcistiche aiuta la crescita dei giovani calciatori”.

L’elenco dei convocati

Portieri: Matteo Fuscaldo (Juventus), Filippo Veneran (Cittadella), Paolo Raimondi (Inter), Filippo Ogliani (Hellas Verona);

Difensori: Ludovico Licich (Venezia), Luigi Ferrandino (Monza), Riccardo Miconi (Inter), Domenico Aversa (Albinoleffe), Nicolò Piacentini  (Piacenza), Fabio Cappai (Juventus), Saverio Domanico (Juventus), Tommaso Guercio (Inter), Nicolò Serra (Torino), Nicolò Ferraroli  (Atalanta), Angelo Luppo (Cremonese), Cristian Malcisi     (Cremonese), Michele Casali (Milan), Mattia Malaspina (Milan), Marco Fossati (Monza), Fabio Cristian Chiarodia (Werder Brema), Francesco Stante (Inter);

Centrocampisti: Umberto Morleo (Juventus), Aaron Ciammaglichella (Torino), Marco Palestra (Atalanta), Davide Donzelli (Atalanta), Andrea Coati (Atalanta), Alessandro Orlandi (Brescia), Pietro Ricci (Cremonese), Matteo Tonon (Milan), Matteo Brugarello (Monza), Lorenzo Anghelè (Juventus), Luca Di Maggio (Inter), Leonardo Bovo (Chievo), Andrea Strada (Monza), Kevin Zeroli (Milan), Tommaso Ricordi    (Inter), Filippo Malanchini (Albinoleffe), Patrick Amoako Nuamah (Brescia );

Attaccanti: Alessio Vacca (Juventus), Federico Mangiameli           (Milan), Christian Ronchi (Giana Erminio), Mattia Angeloni (Albinoleffe), Nicolò Cenetti (Atalanta), Emanuele Benedetti (Milan)

Staff – Coordinatore Nazionale U15: Antonio Rocca; Allenatore: Patrizia Panico; Segretario: Francesco Lupi; Tecnici Federali: Daniele Zoratto, Davide Cei, Giovanni Valente; Responsabile Area Portieri: Nicola Pavarini; Preparatore Dei Portieri: Fabrizio Ferron; Responsabile Scouting: Mauro Sandreani; Osservatori: Alessandro Musicco, Domenico Maggiora, Luca Briccarello, Matteo Orlandoni,  Carlo Zanantoni, Italo Graziani, Claudio Coppi; Medico: Federico Fantoni; Fisioterapista: Alessandro Lastoria.

           

 

L’Italia perde la seconda amichevole con la Svizzera. Corradi “Un’esperienza che farà crescere i ragazzi”

Pub:Thu, 26 Sep 2019 15:24:04 +0200

Dopo il successo nella gara di martedì (4-1), Azzurrini battuti 3-1 nel secondo match disputato oggi a Losone. Non basta il gol del difensore…

La Nazionale Under 16 non riesce a bissare la vittoria nella prima amichevole contro i pari età della Svizzera. Due giorni fa i ragazzi di Bernardo Corradi avevano superato gli elvetici con un perentorio 4-1, ma nel secondo match disputato oggi allo stadio Comunale di Ascona (Losone) è arrivato il pronto riscatto degli avversari, che si sono imposti sugli Azzurrini con un secco 3-1.


Il vantaggio della Svizzera arriva al 27’ del primo tempo con il centrocampista Chipperfield, che realizza l’1-0 con una bordata da 35 metri che coglie l’incrocio dei pali. Al 28’ della ripresa raddoppia Schroder, bravo a finalizzare una ripartenza. Due minuti dopo l’Italia accorcia le distanze con una rete del difensore romanista Marius Catena che, dopo un batti e ribatti in area, segna da pochi passi. Ma è un contropiede a beffare nuovamente gli Azzurrini che, avanti nel tentativo di recuperare lo svantaggio, al 39’ subiscono la terza e definitiva rete.

“È stata un’esperienza fondamentale – afferma Corradi al termine dell’incontro – che insegnerà ai ragazzi come gestire due gare ravvicinate. In questa seconda partita, disputata a due giorni di distanza dalla prima, la stanchezza ha giocato un ruolo fondamentale, ma nonostante questo i ragazzi sono stati bravi a cercare di fare sempre un gioco propositivo, partendo dalla propria area. I nostri avversari, dopo la prima sconfitta, hanno condotto la partita cercando di contenere il nostro gioco e hanno saputo approfittare delle ripartenze. Sono comunque soddisfatto perché queste amichevoli internazionali rappresentano un momento di crescita e aumentano il bagaglio d’esperienza necessario per lo sviluppo delle doti individuali e di squadra”.

FIFA Beach Soccer World Cup Paraguay: l’Italia nel girone B con Uruguay, Messico e Tahiti

Pub:Sat, 14 Sep 2019 10:09:13 +0200

Gli Azzurri giocheranno il 21 novembre alle 20.15 con i polinesiani, il 23 alle 23.25 con i sudamericani e il 25 alle 20.15 con i messicani…

Urna tutto sommato benevola per l’Italia. Il sorteggio effettuato quest’oggi al CONMEBOL Convention Centre di Asuncion ha sorriso agli Azzurri, che sono stati inseriti nel Girone B dei Mondiali di Beach Soccer che si giocheranno in Paraguay dal prossimo 21 novembre al 1° dicembre. Fermo restando che ogni partita è una storia a sé e tutto quello scritto sulla carta se lo porta via la sabbia, comunque in partenza gli Azzurri eviteranno le nazionali che apertamente puntano al titolo. L’Italia affronterà Tahiti all’esordio giovedì 21 Novembre alle 20.15 (ora italiana) nella gara che aprirà ufficialmente la kermesse mondiale. Nella seconda giornata la nazionale del Ct Emiliano Del Duca sabato 23 alle 23.25 se la vedrà con l’Uruguay. L’ultimo match del girone lunedì 25 alle 20.15 Italia- Messico. Passano ai Quarti di finale le prime due di ogni girone. Poteva andare peggio, tra le teste di serie gli Azzurri potevano incontrare il Brasile, la Russia o i padroni di casa. Nella terza e quarta urna c’erano Svizzera e Bielorussia. 

L’Italia non ha mai incontrato Tahiti e Uruguay. Due i precedenti con il Messico entrambi positivi. Nell’ottobre del 2016 nella Supercoppa per Nazioni gli Azzurri hanno battuto il Messico per 4-0, nel 2017 ai Mondiali in Bahamas nella terza gara del girone l’Italia ha rifilato un sonoro 8-1 ai messicani. In caso di passaggio del turno ai Quarti l’Italia incontrerà una delle prime due classificate del Girone A.

“Quando giochi i Mondiali non ci sono gironi e partite facili” – ha dichiarato il ct Emiliano Del Duca dopo i sorteggi. Tahiti è Vice Campione del Mondo in carica, squadra fisica con un impianto di gioco ben delineato. Il Messico ha vinto le qualificazioni Concacaf e l’Uruguay è tornato sul palcoscenico mondiale con tanta voglia di far bene. Ma noi siamo l’Italia, dobbiamo proseguire il nostro percorso per arrivare all’appuntamento nella migliore condizione fisica e mentale”.

Per maggiori info consulta il sito web fifa.com/beachsoccerworldcup/

Gli altri gironi – A: Paraguay, Giappone, Svizzera e Usa. C: Bielorussia, Emirati Arabi Uniti, Senegal e Russia. D: Brasile, Oman, Portogallo e Nigeria.

Gli avversari dell’Italia – Ovviamente la nazionale più temibile è quella di Tahiti, che dal 2011 ha compiuto un percorso di crescita impressionante. La squadra allenata dallo svizzero Angelo Schirinzi ha partecipato agli ultimi quattro Mondiali, nel 2011 a Ravenna si è fermata ai gironi, nel 2013 in casa si è piazzata quarta, ma il capolavoro i polinesiani l’hanno compiuto nelle ultime due edizioni centrando altrettante finali perse con Portogallo e Brasile. Non è un caso se diversi giocatori polinesiani come Taiarui, Tchen, Tavanae, Labaste e Zaveroni hanno giocato nella Serie A italiana. Proprio Labaste e Taiarui sono gli unici in rosa che hanno disputato la loro prima edizione del 2011 ed i migliori marcatori assoluti ai Mondiali per la “Tiki Toa” rispettivamente con 9 e 8 reti. Patrick Tepa con 12 gol è stato il capocannoniere delle qualificazioni. Anche l’allenatore italo-svizzero si è formato come giocatore e poi come allenatore nel nostro Campionato.

Il Messico è un nazionale storica nel panorama Mondiale, è alla sua sesta partecipazione, nessuna nazionale centro americana ha fatto meglio.  Nel 2019 hanno vinto tutte le partite di qualificazione della Concacaf, spazzando via in finale gli Stati Uniti con un netto 8-2. Diego Villasenor è stato premiato come miglior portiere della manifestazione e Benjamin Bosco come miglior giocatore in assoluto. Il Messico ha saltato le edizioni 2005, 2006, 2009 e 2013, giocando e perdendo la finale nel 2007 con il Brasile, il miglior risultato di sempre per i messicani che a Ravenna 2011 si sono fermati ai Quarti e nel 2008, 2015 e 2017 non hanno mai superato il primo turno.

L’Uruguay è tornato al Mondiale dopo aver saltato le ultime quattro edizioni. Il periodo d’oro gli uruguagi l’anno vissuto agli albori del beach soccer: nel 2006 hanno perso la finale Mondiale con il Brasile, nel 2007 si sono piazzati terzi, nel 2009 quarti, nel 2005 e 2008 si sono fermati ai Quarti. La ‘Celeste’ ha vinto quattro delle sei partite della fase di qualificazioni, perdendo entrambe le gare con il Brasile nel girone e in finale. Decisiva la vittoria per 4-3 sul Paraguay. Gaston Laduche e Luis Quinta sono stati i più prolifici della Nazionale con sei centri ciascuno. Matias Cabrera è l’unico giocatore in rosa che ha disputato l’ultima edizione del Mondiale a cui ha partecipato la Celeste (2009). Quinto Mondiale per il Ct Miguel Aguirre, che nel 2009 ha difeso i colori dell’Uruguay come giocatore.

Presentato il Qualifying Round. Sbardella: "Obiettivo superare bene questa prima fase"

Pub:Thu, 26 Sep 2019 15:05:34 +0200

Alla conferenza stampa anche le calciatrici Sofia Colombo e Azzurra Corazzi: “Un grande orgoglio vestire la maglia della Nazionale”…

Comincia dalla Toscana il percorso della Nazionale femminile Under 19 nei campionati Europei di categoria: un tragitto che il tecnico Sbardella spera possa portare le proprie ragazze fino in Georgia, dove il prossimo luglio si disputeranno le fasi finali. Ma nel mezzo non sono pochi gli ostacoli da superare, a cominciare dal Qualifying Round che vedrà le Azzurrine opposte alle pari età di Estonia, Slovenia e Russia, in un girone a quattro squadre che si disputerà interamente in Toscana, sui campi di Siena e Cortona, e che premierà le prime due in classifica (più le quattro migliori terze sul totale dei 12 raggruppamenti) per il passaggio alla successiva Fase Élite.

“L’obiettivo – ha commentato il tecnico Enrico Sbardella, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione nella sede del Consiglio Regionale della Toscana – è ovviamente quello di passare il girone e, se possibile, farlo da primi del raggruppamento, per poter avere così un sorteggio migliore per la fase successiva. Crediamo che l’ultima delle tre sfide contro la Russia possa rappresentare la gara spartiacque per il passaggio del turno, ma dobbiamo ovviamente disputare delle grandi partite anche contro Slovenia ed Estonia: sono dei movimenti in crescita e anche contro di loro dovremo essere concentrati al massimo.

Il calcio femminile in Italia sta vivendo una fase molto positiva, specialmente dopo la grande risonanza che ha dato al nostro movimento il Mondiale di Francia: vogliamo che questo trend continui, anche grazie alle nostre Nazionali giovanili”.

Alla conferenza stampa di presentazione era presente anche il capitano delle Azzurrine, Sofia Colombo: “Vestire la maglia della Nazionale – ha commentato la centrocampista dell’Inter – è un motivo di grande orgoglio: vogliamo fare bene davanti al nostro pubblico e per raggiungere questo obiettivo ci stiamo impegnando al massimo già da questi primi giorni di raduno”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la compagna di reparto Azzurra Corazzi, giocatrice della Fiorentina nata e cresciuta proprio in Toscana: “Vogliamo passare al meglio questo girone e non vediamo l’ora che arrivi il 2 ottobre per giocarci questa qualificazione con la divisa azzurra. Giocheremo tutte e tre le nostre gare a Siena e spero che ci sia tanto pubblico a sostenerci”.

Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, ha sottolineato “la vocazione della Toscana nella promozione del calcio femminile: la valorizzazione di questo movimento è un segno di grande civiltà. È importante che la Nazionale del futuro possa avere questa vetrina nella nostra regione”.

La Nazionale italiana si allenerà a Montepulciano e proprio il sindaco della città, Michele Angiolini, ha voluto ringraziare la Federazione per questa opportunità: “È un importante appuntamento di calcio e ringrazio la FIGC per aver scelto i nostri territori per questa manifestazione”.

La base operativa del torneo sarà a Chianciano Terme, dove risiederanno tutte e quattro le Nazionali: “Siamo particolarmente contenti – ha affermato il sindaco di Chianciano, Andrea Marchetti – di poter ospitare questo torneo. Da parte nostra va il miglior in bocca al lupo alle ragazze che rappresenteranno l’Italia”.

Le altre tre sfide che non coinvolgeranno le Azzurrine si disputeranno allo stadio ‘Santi Tiezzi’ di Cortona. A questo proposito, l’assessore allo Sport della città, Silvia Spensierati, ha sottolineato come sia motivo di grande soddisfazione “il poter ospitare tre sfide del Qualifying Round UEFA. In generale, è giusto che il calcio femminile venga coltivato e che ci sia una sensibilizzazione in questo senso”.

Al momento sono 24 le ragazze azzurre che al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia stanno svolgendo il ritiro in preparazione del Qualifying Round. Lunedì 30 settembre il tecnico Sbardella diramerà la lista ufficiale delle 20 ragazze che prenderanno parte al primo turno di qualificazione e sempre nel pomeriggio del 30 settembre le Azzurrine si trasferiranno a Chianciano Terme.

 

 L’elenco delle convocate

Portieri: Beatrice Beretta (Juventus), Camilla Forcinella (Hellas Verona Women), Valentina Soggiu (Juventus);
Difensori: Paola Boglioni (Empoli Ladies), Margherita Brscic (Juventus), Heden Corrado (AS Roma), Michela Giordano (Juventus), Sara Novelli (Sassuolo), Francesca Quazzico (Inter), Chiara Ripamonti (Fiorentina Women’s), Martina Zanoli (Orobica Bergamo);
Centrocampiste: Anna Catelli (FC Inter), Sofia Colombo (FC Inter), Azzurra Corazzi (Fiorentina Women’s), Caterina Fracaros (FC Inter), Lucia Pastrenge (FC Inter), Ludovica Silvioni (Juventus), Silvia Zanni (Sassuolo);
Attaccanti: Federica Anghilleri (Empoli Ladies), Melissa Bellucci (Juventus), Asia Bragonzi (Juventus), Teresa Fracas (Sassuolo), Eleonora Galli (FC Inter), Serena Landa (Roma Calcio Femminile).

Staff – Allenatore: Enrico Maria Sbardella; Capo delegazione: Patrizia Recandio; Vice allenatore: Elena Proserpio Marchetti; Preparatore atletico: Adalberto Zamuner; Preparatore dei portieri: Davide Quironi; Match analyst: Simone Contran; Nutrizionista: Alessio Colli; Fisioterapista: Camillo Piastra; Tutor: Monica Tamburri e Alessandro Milani.

Il calendario del Gruppo 8*

Prima giornata (2 ottobre)
ITALIA-Estonia (Ore 15 – Stadio ‘Artemio Franchi’ di Siena)
Slovenia-Russia (Ore 11- Stadio Comunale ‘Santi Tiezzi’ di Cortona)

Seconda giornata (5 ottobre)

ITALIA-Slovenia (Ore 15 – Stadio ‘Artemio Franchi’ di Siena)
Russia-Estonia (Ore 12 – Stadio Comunale ‘Santi Tiezzi’ di Cortona)

Terza giornata (8 ottobre)

ITALIA-Russia (Ore 15 – Stadio ‘Artemio Franchi’ di Siena)
Slovenia-Estonia (Ore 15 – Stadio Comunale ‘Santi Tiezzi’ di Cortona)

* si qualificano alla Fase Élite le prime due classificate di ogni girone e le quattro migliori terze.
Successivamente, saranno le vincitrici di questi nuovi sette gironi a partecipare (insieme alle padrone di casa della Georgia) alla fase finale in luglio

 

INFO PER LA STAMPA: per richiedere gli accrediti alle partite del Qualifying Round, si prega di inviare un’email all’indirizzo stampa.cov@figc.it indicando gara e testata giornalistica di appartenenza

 

Nell’immagine di copertina, da sinistra durante la conferenza stampa: il sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti; Azzurra Corazzi e Sofia Colombo; il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani; Enrico Sbardella; il sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini, e l’assessore allo Sport del Comune di Cortona, Silvia Spensierati

 

 

Scende in campo la Nazionale delle Leggende Azzurre: esordio il 7 Ottobre con la Germania

Pub:Fri, 13 Sep 2019 13:11:47 +0200

Tanti campioni per la prima uscita ufficiale organizzata dalla FIGC e dalla DFB la Federazione Tedesca: i primi a confermare…

Scende in campo la Azzurri Legends, la Nazionale delle Leggende Azzurre: i Campioni che hanno scritto la storia dei successi della Nazionale tornano per la prima volta insieme per rappresentare il calcio italiano nel mondo, appassionare i tifosi e raccogliere fondi per progetti di solidarietà. La ‘Azzurri Legends’ farà il suo esordio il 7 ottobre in una sfida avvincente contro la selezione tedesca DFB-All-Stars, in programma allo stadio “Sportpark Ronhof” di Fürth (ore 18.00).


La gara tra leggende di Italia e Germania, organizzata grazie alla collaborazione tra FIGC e DFB che da tempo sono al lavoro su questo esordio ufficiale, sarà un revival della “classica” del calcio, tra due Nazionali tra le più titolate al mondo (8 Mondiali e 14 Finali disputate, 4 Europei, 1 Olimpiade e 1 Confederations), un confronto infinito e carico di storie e sentimenti,Passione, ricordi, emozione accompagnano i preparativi per questi 90’ a Fürth, che passeranno alla storia come la prima uscita della “Azzurri Legends”, una Squadra che sta riunendo vecchi amici, compagni di club e Nazionale, pronti a indossare di nuovo la maglia Azzurra con lo stesso entusiasmo di ieri, per tenere alto il nome del calcio italiano nel mondo. Già confermate le prime cinque Leggende che saranno della partita: Cannavaro, Pirlo, Zambrotta, Gattuso e Totti, cinque Campioni del Mondo 2006 per l’Italia, che contano insieme 484 presenze in Nazionale.


Prende corpo anche la Nazionale tedesca: ci sono 4 campioni del mondo 1990, gli ex “italiani” Jürgen Klinsmann e Thomas Berthold, con Guido Buchwald e Uwe Bein; il campione d’Europa 1996 Thomas Helmer; Torsten Frings e Jens Nowotny, due reduci della sfida di Dortmund 2006. 

Con loro tantissime altre stelle del calcio italiano faranno parte di questa prima uscita della Nazionale delle Leggende Azzurre e saranno rivelate nei prossimi giorni fino all’inizio del ritiro quando si comporrà definitivamente la rosa della prima Nazionale delle Leggende; in tanti, infatti, hanno dato una risposta positiva all’iniziativa della FIGC confermando la loro disponibilità per la gara in Germania o anche per i successivi impegni che saranno definiti dal club Italia della FIGC.


Ci saranno gli Azzurri del Mundial ‘82 in Spagna o quelli delle “Notti magiche” di Italia ‘90, fino ai più recenti protagonisti di Mondiali e Europei degli anni ‘90 e 2000.


“Azzurri Legends”, la Nazionale delle Leggende Azzurre, fa parte del Club Italia, attraverso una struttura coordinata da Antonio Cabrini, altro Campione del Mondo del 1982, che si occupa appunto della promozione delle attività agonistiche, ma anche di attività educative nelle scuole, quelle di responsabilità sociale, coinvolgendo i calciatori e le calciatrici che, nel corso della loro carriera sportiva, hanno vestito per almeno una volta la maglia della Nazionale. Attraverso la sfida con la Germania, la Nazionale delle Leggende contribuirà anche alla raccolta di fondi per programmi di sostegno ad ex calciatori in difficoltà.


I NUMERI DELLE PRIME 5 LEGGENDE AZZURRE
Parlano i nomi, ma soprattutto parlano i numeri delle prime 5 Legends. Fabio Cannavaro: 136 presenze in azzurro, secondo di tutti i tempi dietro Buffon, Pallone d’oro, 2 titoli europei Under 21 nel 1994 e 1996, il Mondiale 2006 e il 2° posto agli Europei 2000 in Belgio e Olanda. Andrea Pirlo al quarto posto della graduatoria di presenze in Nazionale con 116 gare (e 13 reti), campione del mondo nel 2006 e vice campione d’Europa nel 2012. Gianluca Zambrotta, 98 presenze (2 gol), Campione nel 2006, 3 Mondiali (2002, 2006 e 2010) e 3 Europei (2000, 2004 e 2012) disputati in carriera. Gennaro Gattuso, anche lui Mondiale 2006, 76 presenze (1 gol), 3 Mondiali (2002, 2006, 2010) e 2 Europei (2004e 2008) disputati, oltre alla Confederations Cup 2009. Infine, Francesco Totti, 58 presenze e 9 gol, Mondiale 2006 e Campione d’Europa Under 21 nel 1996.

ITALIA-GERMANIA, LE 5 SFIDE PIU’ IMPORTANTI
– Italia – Germania 4-3 (Mondiali 1970, semifinale)
– Italia – Germania 3-1 (Mondiali 1982, finale)
– Italia – Germania 2-0 (Mondiali 2006, semifinale)
– Italia – Germania 2-1 (Europei 2012, semifinale)
– Italia – Germania 6-7 ai rigori (Europei 2016, quarti di finale)

Cinque sfide memorabili e tante gioie per i fan azzurri: dal 4-3 nella partita del Secolo del 1970 allo stadio Azteca di Città del Messico decisa al supplementare da Rivera al 3-1 nella finale al Bernabeu di Madrid nel 1982 con gli Azzurri di Bearzot in trionfo davanti al Presidente Pertini, dalla vittoria firmata Grosso – Del Piero nella semifinale di Dortmund che ci aprì la strada al quarto Mondiale nel 2006 a quella di Varsavia decisa dalla doppietta di Balotelli ad Euro 2012. L’eliminazione ai quarti di Euro 2016, dopo un’infinita serie di rigori, è invece il ricordo più amaro.

ITALIA – GERMANIA, I PRECEDENTI
39 confronti disputati, 16 vittorie Italia, 14 pareggi, 9 vittorie Germania

 

Doppietta di Berti, l’Italia vince anche la seconda amichevole con la Serbia

Pub:Wed, 25 Sep 2019 19:18:10 +0200

Dopo il 5-1 della prima gara, a Bastia Umbra le Azzurrine si impongono 2-1 con due gol dell’attaccante della Juventus. Grilli…

Una doppietta di Alice Ilaria Berti ha regalato alla Nazionale Under 17 Femminile il secondo successo sulla Serbia nell’amichevole disputata nel pomeriggio allo stadio ‘Carlo Degli Esposti’ di Bastia Umbra.


Dopo il 5-1 rifilato alle pari età serbe nella prima gara giocata lunedì a Foligno, l’Italia si è imposta 2-1, conquistando una nuova vittoria che rappresenta un’importante iniezione di fiducia ad un mese dalle gare della prima fase delle qualificazioni europee che vedranno le Azzurrine di scena in Scozia dal 14 al 20 ottobre, in un girone con la nazionale padrone di casa, il Montenegro e l’Irlanda del Nord.

A decidere il match con le reti realizzate al 35’ e al 61’ è stata l’attaccante classe 2003 della Juventus, già protagonista nella scorsa stagione con l’Under 17 e autrice di un gol anche nella prima amichevole.
Tardiva la reazione delle serbe, a segno solo all’89’ con il rigore trasformato da Ciric. “Queste vittorie sono preziose per l’autostima delle ragazze – sottolinea il tecnico Nazzarena Grilli – ho dato spazio a chi non aveva giocato lunedì ricevendo buone risposte. Ho un quadro chiaro per le convocazioni della prima fase di qualificazione, ci aspetta un girone duro, ma vogliamo costruire qualcosa di importante”.

Italfutsal di cuore: 1-1 con la Croazia a Maser, segnali positivi e grande reazione

Pub:Tue, 24 Sep 2019 22:39:24 +0200

Gli azzurri, nella seconda delle due amichevoli in Veneto, pareggiano…

Davanti agli occhi del presidente della Divisione Calcio a 5 Andrea Montemurro, partita tutta in salita per l’Italia nella seconda delle due amichevoli con la Croazia. Gli azzurri, reduci dal bruciante ko di ieri, cominciano col piede sbagliato. Al terzo minuto Marcelinho atterra in area Kanjuh concedendo un rigore che però Jelovcic non trasforma, ipnotizzato dal suo ex compagno di club Molitierno. Due minuti più tardi arriva lo 0-1 croato con Jurlina che, appena entrato, trova lo spazio per battere Molitierno sul secondo palo spingendo avanti la squadra di Stankovic. L’Italia accusa un po’ il colpo, fatica a costruire grandi occasioni.

Nella ripresa si vede una squadra diversa, più aggressiva e pericolosa. La prima vera chance capita a Canal, che buca la marcatura di Novak e si presenta a tu per tu con Luketin allargando troppo il piatto. La Croazia fatica contro la ritrovata verve azzurra e l’Italfutsal costruisce un’enorme palla gol, salvata solo da un miracolo di Luketin su Cavinato e De Oliveira. Ancora il “brocador” va vicino al gol, ma il portiere croato sembra insuperabile, la porta stregata, la seconda sconfitta dietro l’angolo. Tuttavia, gli attacchi continui vengono premiati dagli Dei del futsal: ancora De Oliveira si libera sulla diagonale e servito da Cavinato, stavolta sì, supera Luketin per il bellissimo gol dell’1-1. La Croazia reagisce d’orgoglio, ma fa solo paura. E’ Cavinato, liberato da una super palla di Merlim a sfiorare il match winner, calciando alto da ottima posizione. Finisce così, con l’Italia che non vince, ma neanche perde, contro la squadra di Stankovic che, ancora una volta, si è dimostrata un avversario durissimo.

Lo sa anche Musti, che a fine partita commenta: “Siamo contenti della prestazione, lo sono quasi più della sconfitta di ieri che del pari di oggi, perché questi risultati ci aiutano a crescere come collettivo, fanno parte del nostro percorso e lo sapevamo. Oggi sono felice della reazione che abbiamo avuto, soprattutto nel secondo tempo: dopo il ko di ieri non era facile ripartire, specialmente dopo aver inseguito tutta la partita. Invece nella ripresa è stato un monologo, meritavamo forse qualcosa in più. Ma per ora va bene così”. Anche perché il Main Round di Eboli che vale un primo passo nel lungo percorso di qualificazione al mondiale è dietro l’angolo.

ITALIA-CROAZIA 1-1 (0-1 p.t.)
ITALIA: Molitierno, Ercolessi, Canal, Marcelinho, Merlim, Azzoni, De Luca, Ugherani, De Oliveira, Fusari, Cavinato, Cesaroni, Musumeci, Miarelli. C.T. Alessio Musti
CROAZIA: Luketin, Kanjuh, Jelovcic, Peric, Novak, Jelavic, Kazazic, Duras, Martinac, J. Suton, Postruzin, L. Suton, Horvat, Dancic, Jurlina, Baskovic. C.T. Mato Stankovic
MARCATORI: 5’00” p.t. Jurlina (C), 15’24” s.t. De Oliveira (I)
AMMONITI: Kanjuh (C), Kazazic (C), Cavinato (I)
NOTE: al 3’12” p.t. Molitierno (I) para un calcio di rigore a Jelovcic (C)
ARBITRI: Giulio Colombin (Bassano del Grappa), Daniel Borgo (Schio), Federico Beggio (Padova) CRONO: Fabio Pozzobon (Treviso)