L’Italia passa in Georgia con un gol di Girelli, arriva il secondo successo nelle qualificazioni europee

Pub:Tue, 03 Sep 2019 16:53:19 +0200

A Tbilisi le Azzurre vincono 1-0, colpendo tre legni e sprecando diverse occasioni. La Ct Bertolini…

Nessuna goleada, ma un solo gol che vale tre punti. A Tbilisi l’Italia supera 1-0 la Georgia grazie ad una rete di Cristiana Girelli e, pur senza entusiasmare, ottiene la seconda vittoria nel girone dopo il successo all’esordio con Israele. Prosegue quindi a punteggio pieno la marcia delle Azzurre nelle qualificazioni a EURO 2021, con la consapevolezza che bisognerà aspettare l’inizio del campionato perché le ragazze possano avere una condizione atletica migliore e per rivedere quella Nazionale brillante che al Mondiale francese ha fatto innamorare milioni di tifosi.


L’Italia ha dominato per 95 minuti, ma ha peccato di cinismo sotto porta e, complici i tre legni colpiti, non è riuscita a segnare quei gol che potrebbero risultare determinanti per la qualificazione: “È stata una partita lenta – il commento di Milena Bertolini – con molti errori nella gestione della palla e poca lucidità. Loro non hanno avuto nemmeno un’occasione per fare gol, noi abbiamo tirato tante volte in porta, ma sempre con frenesia. È normale che contro una squadra come questa ci si aspetti di più, di fare più gol, ma in questo momento c’è probabilmente anche un aspetto di motivazioni che va ad incidere sulla determinazione”.


LA PARTITA. Rispetto alla sfida con Israele l’unica novità è l’inserimento di Daniela Sabatino, che prende il posto di Aurora Galli e va ad affiancare in avanti Cristiana Girelli. Le Azzurre spingono sulla destra con Bergamaschi e le sovrapposizioni di Guagni, mentre Giacinti parte larga a sinistra per poi accentrarsi. Come previsto l’Italia è padrona assoluta del match e, dopo la traversa centrata su punizione dalla specialista Valentina Cernoia e una girata alta di Giacinti, il vantaggio arriva al 24’ su calcio di rigore, concesso per un atterramento in area ai danni proprio di Giacinti: Girelli si fa parare il penalty da Gabunia, ma si avventa sulla respinta e realizza il suo 34° gol in maglia azzurra, il 2° nelle qualificazioni dopo quello messo a segno a Tel Aviv. L’Italia crea tanto e spreca troppo. Cernoia impegna dalla distanza Gabunia, poi Giacinti non sfrutta l’uscita a vuoto del portiere georgiano e di testa manda a lato. Sono anche sfortunate le Azzurre: in chiusura di tempo Giugliano colpisce il palo con una conclusione sporca dalla distanza, poi ad inizio ripresa Giacinti piega le mani a Gabunia, ma è ancora la traversa a negarle la gioia del gol.

Per i secondi 45’ Milena Bertolini manda in campo Serturini al posto di Sabatino, la Georgia continua a difendersi ad oltranza e Laura Giuliani è in sostanza una spettatrice non pagante. Il giro palla è però lento e prevedibile e il fortino georgiano resiste. Al 69’ Giugliano serve Giacinti, ma il destro al volo dell’attaccante del Milan è bloccato a terra da Gabunia. Tarenzi prende il posto di Girelli, poi Rosucci rileva Guagni e le due neo entrate creano nel recupero i presupposti per il raddoppio, ma l’attaccante passata in estate all’Inter manda a lato da ottima posizione. Si torna a casa con un bottino di sei punti in due gare e un +2 nella differenza reti da incrementare magari già ad inizio ottobre, quando le Azzurre voleranno a Malta per poi ospitare a Palermo la Bosnia Erzegovina. La strada per l’Europeo inglese è ancora lunga.

GEORGIA-ITALIA 0-1 (0-1 pt)
Rete: 24’Girelli (I)

GEORGIA: Gabunia; Raukh, Kalandadze, Sutidze (Cap), Kvelidze, Pasikashvili; Todadze, Danelia, Bakradze (78’ Kadagishvili), Tckonia; Chichinadze (58’ Cheminava). A disp: Sukhashvili, Chkhartishvili, Tsotseria, Skhirtiadze, Khaburdzania, Salukvadze, Epitashvili. Ct: Levan Bajelidze.

ITALIA: Giuliani; Gama (Cap), Linari, Bartoli, Guagni (88’ Rosucci); Cernoia, Giugliano, Bergamaschi; Giacinti; Sabatino (46’ Serturini), Girelli (70’ Tarenzi). A disp: Durante, Galli, Panzeri, Marinelli, Fusetti, Bonfantini, Tucceri Cimini, Caruso, Baldi. Ct: Milena Bertolini.
Arbitro: Vivian Peeters (NED). Assistenti: Fijke Hoogendijk e Diana Snoeren. Quarto ufficiale: Sterre Bijisma.

Note: ammonite Danelia (G) e Gabunia (G)