ALLEGRI E DE LIGT: «DOVREMO GIOCARE CON PERSONALITÀ»

La Juventus, prima a punteggio pieno dopo quattro giornate della fase a gironi della Champions League, domani sera (alle ore 21.00) andrà in scena a Stamford Bridge contro i Campioni d’Europa in carica del Chelsea. A Torino, nella gara di andata furono i bianconeri a portare a casa i tre punti grazie alla rete di Chiesa. Dopo aver raggiunto con due turni di anticipo la qualificazione agli ottavi di finale, per i bianconeri il prossimo step sarà chiudere il girone da primi in classifica. Per farlo, tanto dipenderà dalla gara contro i Blues. Oggi Mister Allegri e Matthijs de Ligt hanno presentato la partita nella consueta conferenza stampa della vigilia, prima della partenza per Londra.

MASSIMILIANO ALLEGRI

IL CHELSEA
«Domani ci giochiamo il primo posto nel girone contro una squadra che guida la classifica in Premier League ed è la detentrice del titolo in Champions League. Il Chelsea è una squadra che offre pochi punti di riferimento, specialmente in attacco, e in rosa può contare su tanti contropiedisti. Sicuramente varia il proprio modo di giocare in base alla presenza o meno in campo di Lukaku, ma noi dovremo pensare soltanto a noi stessi senza farci condizionare da questo tema. Dovremo essere bravi a giocare una gara tecnicamente valida, con lucidità e con personalità. Sarà un test molto probante e una tappa importante nel percorso di crescita della squadra, percorso di crescita che dovrà essere portato avanti con equilibrio».

LA ROSA A DISPOSIZIONE
«In vista della sfida di domani a Stamford Bridge avremo quattro difensori centrali disponibili: Bonucci, de Ligt, Rugani e de Winter. A centrocampo saranno tutti convocabili, eccezione fatta per Bernardeschi, e in attacco potremo contare su Morata, Kean e Kulusevski. Dybala oggi si è allenato in gruppo e farà parte della lista dei convocati in partenza per Londra. Ci sono tutte le condizioni per giocare una bella partita. Ci sarà qualche cambio, probabilmente, rispetto alla gara contro la Lazio: sicuramente rientrerà Alex Sandro e a centrocampo farò le valutazioni del caso per capire quanti uomini schierare. Davanti giocheranno o Kean o Morata, oppure un tempo a testa».

GLI INDISPONIBILI
Il Mister, poi, ha fatto il punto anche sugli infortunati: «Danilo sarà fuori per due mesi, De Sciglio potrebbe rientrare per la partita contro l’Atalanta o subito dopo, Bernardeschi è ancora un po’ indietro e Chiellini da mercoledì sarà nuovamente in gruppo».

MATTHIJS DE LIGT

LA GARA
«La gara di domani sarà speciale. Giocare a Stamford Bridge contro il Chelsea è affascinante. Domani affronteremo una squadra molto forte, di conseguenza dovremo restare compatti ed evitare le loro ripartenze. Sarà fondamentale giocare con tranquillità, come abbiamo dimostrato di saper fare. Servirà la migliore Juve possibile».

IL PECORSO IN UCL
«Fino a questo momento il nostro percorso in Champions League è stato perfetto. Si tratta di una competizione diversa rispetto alla Serie A: il calcio europeo è più veloce e ci sono più spazi e giocatori come Chiesa e Morata possono fare la differenza. In Italia, invece, incontriamo spesso squadre che si chiudono molto bene e tocca a noi trovare nuove soluzioni per arrivare in porta. Adesso, però, la nostra testa deve essere focalizzata soltanto sul match di domani. Pensiamo a una gara alla volta, lavorando duramente allenamento dopo allenamento».

IL MOMENTO DELLA JUVE
«Arriviamo alla sfida contro i Blues in fiducia perché nelle ultime due partite che abbiamo disputato in campionato, contro Fiorentina e Lazio, siamo stati bravi a non concedere vere e proprie occasioni da gol ai nostri avversari. In queste ultime settimane abbiamo ritrovato il giusto spirito per affrontare da squadra i tantissimi impegni che ci attendono. Il gruppo è unito e desideroso di ottenere risultati importanti».

(Foto LaPresse)

www.juventus.com

Read More