LE VOCI DALL’ALLIANZ STADIUM AL TERMINE DI JUVENTUS-MALMö

La Juventus vince la sua gara contro il Malmö grazie alla decisiva rete di Kean e si qualifica al primo posto del girone anche grazie al pareggio tra Zenit San Pietroburgo e Chelsea. Questi i commenti dei bianconeri nel post partita.

MASSIMILIANO ALLEGRI
«Quella di oggi è stata una bella serata sia per il risultato che per il primo posto nel girone. Abbiamo giocato una buona gara, specialmente nel primo tempo. Nella ripresa, però, avremmo dovuto sfruttare meglio le occasioni create. Dobbiamo cercare di essere più cinici sotto porta, cercando di andare in gol con più frequenza. Mi è piaciuto l’atteggiamento dei giocatori a inizio gara perché sono scesi in campo con l’obiettivo di aggredire alti l’avversario, cercando di sbloccare la gara quanto prima. Come ho detto, però, dobbiamo migliorare la nostra percentuale realizzativa in rapporto alle situazioni da gol create. Sabato ci attende una gara complicata contro il Venezia e sarà importante invertire immediatamente la tendenza. Sarà altresì fondamentale fare un match ordinato e soprattutto molto attento sotto l’aspetto mentale».

MOISE KEAN
«Siamo molto contenti per la qualificazione agli ottavi di finale da primi nel girone. Questa vittoria ci darà sicuramente ancora più motivazioni per continuare a lavorare come stiamo facendo e per arrivare pronti agli ottavi di finale, a prescindere dall’avversaria che dovremo affrontare. Qui a Torino mi sento a casa e soprattutto mi sento bene. Il mio obiettivo è quello di continuare ad allenarmi con determinazione per dare il massimo quando scendo in campo».

MATTIA PERIN
«Sapevamo che avremmo dovuto vincere la nostra partita e attendere notizie da San Pietroburgo soltanto, però, al termine del nostro match. Così è stato, ci siamo focalizzati sul Malmö e siamo riusciti a portare a casa tre punti importanti che, alla fine, sono valsi il primo posto in questa fase a gironi. Per me è stata una serata speciale: ho esordito in una competizione prestigiosa come la Champions League. Era un mio obiettivo e sono felice di essere riuscito a raggiungerlo. Tornando alla gara di questa sera, spiace non essere riusciti a trovare più reti, ma l’atteggiamento è stato positivo dal primo all’ultimo minuto e questo è un segnale importante».

DANIELE RUGANI
«C’è soddisfazione per la vittoria e per il primo posto nel nostro girone. Ogni partita in Europa non è mai scontata e anche questa sera siamo stati bravi a portare a casa l’intera posta in palio e a non subire gol. Adesso attenderemo il sorteggio per scoprire la nostra prossima avversaria, ma la nostra testa in questo momento dovrà essere proiettata soltanto sulla prossima sfida di campionato, quella contro il Venezia. Personalmente sono contento di essere riuscito a dare il mio contributo questa sera. Sono a disposizione del Mister e della squadra, di conseguenza quando vengo chiamato in causa cerco sempre di farmi trovare pronto».

FABIO MIRETTI
«L’emozione che ho provato questa sera al momento del mio ingresso in campo è indescrivibile. Penso di avere realizzato il sogno di ogni bambino che veste per la prima volta la maglia della Juventus: esordire in Prima Squadra, in Champions League, davanti ai propri tifosi. Quando il Mister mi ha detto di entrare in campo l’emozione ha lasciato subito spazio alla determinazione. Il mio obiettivo era quello di offrire il mio contributo alla squadra per il finale del match. In questi anni trascorsi nel settore giovanile bianconero penso di essere cresciuto molto, sotto tanti aspetti, ma sono consapevole che sono ancora ampi i margini di miglioramento».

(Foto LaPresse)

www.juventus.com

Read More