Category Archives: Serie A Notizie – Calcio

Serie A Notizie – Calcio

EMPOLI E MILAN VINCONO 2 – 0

Tre punti ottenuti con lo stesso risultato per le squadre di Andreazzoli e Pioli.

Il Milan supera a San Siro il Venezia nel secondo tempo, dopo che nel primo non era riuscito a trovare la chiave per scardinare la trama allestita da Zanetti. Nella ripresa, grazie all’ingresso di forze fresche, prima segna Diaz con un tocco sottoporta su preciso assist di Theo Hernandez al 68′, poi raddoppia lo stesso terzino sinistro con un diagonale rasoterra al termine di una bella azione corale avviata da Saelemaekers, uno dei subentrati che ha determinato il risultato finale.

L’Empoli vince in trasferta a Cagliari replicando la bella prova che aveva offerto a Torino con la Juventus. Dopo il pareggio con la Lazio nella gara di esordio di Mazzarri i sardi hanno offerto una prestazione sottotono, avvicinandosi al gol solo con il palo di Keita quando il risultato già era a favore degli ospiti per la rete alla mezz’ora di Di Francesco, tornato a segnare dopo 728 giorni dalla sua ultima marcatura in A. Nel secondo tempo la formazione di Andreazzoli legittima il successo con il raddoppio di Stulac (tiro da fuori imprendibile per Cragno) e la traversa colpita poco dopo la metacampo da Henderson.

(Foto LaPresse)

Read More

LA JUVENTUS FESTEGGIA LA PRIMA VITTORIA STAGIONALE IN A

Successo sofferto per la formazione di Allegri, ma per i tifosi bianconeri arriva finalmente la prima vittoria stagionale in Serie A TIM. Lo Spezia ha giocato una buona partita e ha creato diversi pericoli dalle parti di Szczesny, decisivo nel finale con una parata d’istinto su Maggiore. Avvio di gara all’insegna dell’attenzione, con entrambe le squadre concentrate e caute negli attacchi, col pensiero soprattutto a non concedere spazi agli avversari. Alla mezz’ora Rabiot va in cielo di testa al limite dell’area per servire Kean, che lascia partire un tiro rasoterra imprendibile per Zoet. Passano 5′ e Gyasi pareggia con un destro deviato dalla difesa bianconera. Il secondo tempo si apre con il vantaggio dei padroni di casa con Antiste, sul cui tiro è ancora una volta determinante un tocco di Bonucci per ingannare Szczesny. Cala il gelo in casa Juventus, con Allegri che si gioca le carte Bernardeschi e Morata, invitando i suoi a non perdere la calma. E piano piano, con la fatica che affiora negli uomini di Motta, gli ospiti ribaltano la gara. Al 66′ pareggia Chiesa con un inserimento verticale in area. Al 72′ De Ligt firma il successo con un destro in mischia. 

Resta qualche numero negativo per la squadra di Allegri (8 gol subiti nelle prime 5 partite, solo una volta ha fatto peggio negli ultimi 60 campionati – da 19 partite di A subisce almeno una rete), ma i tre punti potranno ridare slancio alla Juventus. 

Clicca QUI per il match report.

(Foto LaPresse)

Read More

LA JUVENTUS OTTIENE LA PRIMA VITTORIA STAGIONALE IN A

Successo sofferto per la formazione di Allegri, ma per i tifosi bianconeri arriva finalmente la prima vittoria stagionale in Serie A TIM. Lo Spezia ha giocato una buona partita e ha creato diversi pericoli dalle parti di Szczesny, decisivo nel finale con una parata d’istinto su Maggiore. Avvio di gara all’insegna dell’attenzione, con entrambe le squadre concentrate e caute negli attacchi, col pensiero soprattutto a non concedere spazi agli avversari. Alla mezz’ora Rabiot va in cielo di testa al limite dell’area per servire Kean, che lascia partire un tiro rasoterra imprendibile per Zoet. Passano 5′ e Gyasi pareggia con un destro deviato dalla difesa bianconera. Il secondo tempo si apre con il vantaggio dei padroni di casa con Antiste, sul cui tiro è ancora una volta determinante un tocco di Bonucci per ingannare Szczesny. Cala il gelo in casa Juventus, con Allegri che si gioca le carte Bernardeschi e Morata, invitando i suoi a non perdere la calma. E piano piano, con la fatica che affiora negli uomini di Motta, gli ospiti ribaltano la gara. Al 66′ pareggia Chiesa con un inserimento verticale in area. Al 72′ De Ligt firma il successo con un destro in mischia. 

Resta qualche numero negativo per la squadra di Allegri (8 gol subiti nelle prime 5 partite, solo una volta ha fatto peggio negli ultimi 60 campionati – da 19 partite di A subisce almeno una rete), ma i tre punti potranno ridare slancio alla Juventus. 

Clicca QUI per il match report.

(Foto LaPresse)

Read More

MOURINHO: “DOBBIAMO TRASFORMARE LA TRISTEZZA IN MOTIVAZIONE”

José Mourinho ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Udinese, quinta giornata di campionato (gara in programma mercoledì alle 20.45).

Ecco le parole del tecnico giallorosso.

La partita di Verona ha confermato che questa squadra soffre le partite molto fisiche, in cui si fanno duelli uno contro uno. Questa problematica come si può risolvere? Andando a prendere un giocatore a centrocampo, che abbia tempi di regia e qualità? Oppure con delle nuove sicurezze che la squadra può raggiungere?

“Il mercato è chiuso, voi volete mettermi già in condizioni di parlare di mercato. Non lo faccio, non parlo di mercato. Ovviamente analizzo la questione, ma non posso condividere con voi tutto quello che analizzo. Capisco la tua domanda, però non ti rispondo. Neanche sulla prima parte della domanda, che la squadra soffre in determinate condizioni. Io non voglio entrare in questa dinamica. Nello stesso modo in cui abbiamo vinto tre partite di fila di campionato, più altre tre d’Europa, non sono entrato in questa dinamica di euforia e non entro adesso in una dinamica di problemi grossi”.

“Abbiamo perso una partita, non abbiamo giocato bene. E per me, con voi, non ho niente più da dire. Ai miei giocatori ovviamente sì, abbiamo analizzato la partita nei dettagli, però anche quella partita lì l’abbiamo analizzata guardando al futuro, non alla partita stessa che abbiamo già perso e nella quale abbiamo lasciato tre punti”.

Un allenatore come lei, che ha allenato dappertutto e che ha vinto tutto, dopo un passo falso come quello di Verona, una sconfitta che pochi si aspettano, di quanto tempo ha bisogno per capire il problema?

“Perché in pochi si aspettano? Perché ne abbiamo vinte tre prima? Perché qui è troppo facile entrare nella dinamica dell’euforia ed è troppo facile entrare in quella della depressione. Io non entro in questo. Voi mi avete visto celebrare come una pazzo una vittoria speciale, in un momento speciale, in un minuto speciale, in una partita speciale per me, ma solo mi avete visto euforico un minuto in due mesi. Solo una volta. Mi avete visto sempre tranquillo, equilibrato, mai euforico, mai a dire che una squadra finita a 29 punti dallo scudetto poteva vincerlo. Non mi avete mai visto così”.

“E adesso non mi vedrai nella dinamica opposta perché abbiamo perso una partita. Magari io sono troppo onesto, se io devo essere troppo onesto, altrimenti dopo quella partita lì avrei dovuto dire l’arbitro non doveva dare il cartellino giallo a Veretout, Veretout è rimasto condizionato nel corso della partita. Oppure, la pioggia, il campo. Io magari sono troppo onesto quando ho detto “non abbiamo giocato bene, abbiamo commesso degli errori”. Magari un pareggino andava anche bene, però abbiamo perso, siamo tristi, ma siamo ancora equilibrati”.

“E voi non è che con un risultato mi mettete di là o di qua. Io sono equilibrato. So perfettamente perché sono venuto qui. Io sono venuto qui esattamente per il mio livello di esperienza, maturità e equilibrio. Per non lasciare andare questa gente andare in euforia dopo tre partite, non trenta. Parole mie. Tre, non trenta. E non lasciare questa gente andare ora in depressione. Abbiamo tanto da fare, tanto da fare. Voi cercate di metterci punto nello stesso gruppo di squadre che negli ultimi due anni hanno finito con quindici, venti o venticinque punti di più. Lasciateci tranquilli. Nel buono e nel negativo. Nel buono non dire che siamo candidati a qualcosa perché non siamo candidati a niente. Ancora parole mie: siamo solo candidati a vincere la prossima partita. Solo questo”.

“Abbiamo perso, voi volete analizzare con me la partita di Verona. Non posso. Lunedì, giorno libero, non per me e per il mio staff. Alle 10 di mattina eravamo qui. Lavoriamo tutto il giorno. Analizzare, preparare. Il giorno dopo, arrivano i giocatori. Analizzare, riunioni individuali, riunione collettiva. Lavorare. E adesso candidati a vincere una partita molto difficile contro l’Udinese. Però siamo candidati a vincere questa partita. Noi e loro. Però noi vogliamo vincere questa partita”.

“Equilibrati, tranquilli. Io sono equilibrato. Poi, sono meno felice? Normale, è la natura quando si perde. Ma anche in questo abbiamo parlato. Trasformare la tristezza in motivazione. Non trasformare tristezza in depressione. Se noi abbiamo un problema grosso dopo aver perso una partita, immagino le altre squadre che hanno perso due o tre o pareggiate altre tre. Noi tranquilli. Noi facciamo la nostra strada che è una strada di tranquillità e ambizione. Però ambizione con base in tranquillità. Ed è così. Tranquilli. Noi tranquilli”.

(Foto LaPresse)

www.asroma.com

Read More

D’AVERSA: “CON IL NAPOLI UNA SAMPDORIA FEROCE”

Arriva il Napoli al “Ferraris”. Roberto D’Aversa e la Sampdoria si preparano a ricevere la visita degli azzurri, a punteggio pieno dopo le prime quattro giornate. «Mister Spalletti sta facendo un grandissimo lavoro – afferma il tecnico alla viglia dalla sala stampa del “Mugnaini” -. Hanno la miglior difesa e sono la squadra che ha tirato di più in porta in questo avvio di campionato. Vista così, sembrerebbe una squadra senza punti deboli ma sarà stimolante provare a scoprire qualche lacuna nella loro organizzazione di gioco, limitando gli errori e portando in campo intensità e determinazione»

Anche la Sampdoria sta bene. Lo ha dimostrato a Empoli, dove ha centrato il successo grazie ad una prestazione di grande sostanza. «La prima vittoria ha portato entusiasmo ma in vista della sfida di giovedì pongo l’attenzione sugli aspetti che dobbiamo ancora migliorare – prosegue D’Aversa -. La partenza non è stata delle migliori e, anche dopo il vantaggio, abbiamo sprecato diverse occasioni da gol che ci avrebbero permesso di chiudere prima la partita. Contro avversari di caratura superiore, com’è il Napoli, non possiamo permettercelo: dovremmo essere più concentrati e più feroci per sfruttare al meglio le poche occasioni che ci verranno concesse».

(Foto LaPresse)

www.sampdoria.it

Read More

MILAN: I CONVOCATI PER IL VENEZIA

Il primo turno infrasettimanale della stagione: a San Siro arriva il Venezia neopromosso, si scende in campo alle 20.45 per la 5° giornata di campionato. Questi i convocati rossoneri a disposizione di Mister Pioli:

PORTIERI
Jungdal, Maignan, Tătărușanu.

DIFENSORI
Ballo-Touré, Conti, Florenzi, Gabbia, Hernández, Kalulu, Romagnoli, Tomori.

CENTROCAMPISTI
Bennacer, Castillejo, Díaz, Kessie, Saelemaekers, Tonali.

ATTACCANTI
Leão, Maldini, Pellegri, Rebić.

(Foto LaPresse)

www.acmilan.com

Read More

ZANETTI: “CONTRO IL MILAN DOVREMO ESSERE COMPATTI E CORAGGIOSI”

Mister Zanetti ha parlato del prossimo match degli arancioneroverdi, che vedrà il Venezia FC affrontare il Milan:

“Per la partita di domani ho visto i miei ragazzi sul pezzo e pronti, non ci sono nuove defezioni rispetto al match precedente quindi posso scegliere i giocatori in base al tipo di partita e non alle defezioni. Quella di Milano sarà una partita nella quale dovremo utilizzare la rabbia e lo spirito di rivincita, per fare un’altra grande prestazione. Sappiamo però che il Milan ad ora è la miglior squadra della A con la sua compattezza, il suo palleggio e la sua fisicità; noi dovremo essere in grado di gettare il cuore oltre l’ostacolo, perché sarebbe inutile fare 90’ da spettatori in difesa senza mai provare a giocarci le nostre carte: pensiamo a come fargli male, provando a consolidare la nostra identità. Dovremo essere bravi sia a soffrire compatti, che provare con coraggio ad attaccarli nei loro momenti di difficoltà.

La preparazione di una partita come questa è un qualcosa di unico sia sotto il lato umano che quello professionale: 4 anni fa ero l’allenatore delle giovanili della Reggiana, domani invece mi troverò a San Siro realizzando così uno dei miei sogni. Sono orgoglioso d’esserci arrivato con le mie forze, partendo dalle giovanili e proseguendo poi per C e B, ma ora voglio alzare l’asticella e puntare a qualcosa di più grande con l’idea di vivere e godermi il percorso intrapreso.

Non credo che il Milan possa subire particolari contraccolpi dalle tante partite importanti disputate in pochi giorni, sono squadre abituate a giocare ad altissimi livelli per lunghi periodi: per esperienza dico che per portare a casa punti dovrà andare tutto bene. Dal canto nostro, in due settimane abbiamo migliorato le nostre prestazioni, ritornando ad essere una squadra compatta e coesa come lo scorso anno in B. Questo dimostra che c’è un grosso margine di miglioramento e che il nostro potenziale non è stato ancora totalmente espresso: alziamo l’asticella e lavoriamo su noi stessi.”

(Foto LaPresse)

www.veneziafc.it

Read More

GASPERINI: “L’ATALANTA DA SEMPRE IL MASSIMO”

Queste le dichiarazioni rilasciate da Mister Gasperini dopo il successo contro il Sassuolo:

“Il pubblico è stato eccezionale, ci incita e capisce le difficoltà. Il Sassuolo è sempre stato una buona squadra, ha velocità e tecnica in attacco, quindi per vincere bisogna fare più gol. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni, ma abbiamo concretizzato poco. Noi dobbiamo fare il nostro percorso, cercando di migliorarci, ma non abbiamo mai pensato di essere i più forti”.

(Foto LaPresse)

www.atalanta.it

Read More

INZAGHI: “COMPATTEZZA E REAZIONE. VITTORIA IMPORTANTE, NON ERA FACILE”

Quarta vittoria in campionato per l’Inter che, nel primo turno infrasettimanale della Serie A TIM 2021/2022, supera in rimonta la Fiorentina al “Franchi”, facendo suo il match valido per la 5^ giornata e collezionando il successo numero 1500 nella massima serie.

“Penso di essere arrivato in un gruppo vincente, stiamo lavorando e crescendo insieme – ha commentato Simone Inzaghi ai microfoni di DAZN -. Abbiamo fatto un grande inizio di stagione ma possiamo fare ancora meglio. Nella prima mezz’ora abbiamo sofferto il ritmo della Fiorentina, poi già nell’ultimo quarto d’ora prima dell’intervallo e nella ripresa abbiamo dimostrato di essere in partita. Abbiamo fatto tre gol ma potevano essere di più. È una vittoria importante su un campo non semplice dove faticheranno tante squadre”.

Terzo gol in stagione per l’Inter su colpo di testa da corner: “Abbiamo degli ottimi colpitori di testa e giocatori come Dimarco, Calhanoglu e Brozovic che hanno un ottimo piede e calciano benissimo da fermo. È un fattore che dobbiamo sfruttare nel migliore dei modi. Non era facile vincere qui perché c’era grande entusiasmo e non era semplice avere la giusta reazione. La squadra non ha perso compattezza e nella ripresa è rientrata in campo nel migliore dei modi. Nell’intervallo ho detto ai ragazzi che stavamo sbagliando troppo tecnicamente, sapevamo che loro sarebbero stati feroci nel venirci a pressare ma ho detto alla squadra di continuare perché la Fiorentina non avrebbe tenuto quel ritmo”. 

“Ho la fortuna di avere una rosa molto competitiva, abbiamo ritrovato anche Sanchez, che si sta allenando molto bene da una decina di giorni – ha concluso il Mister –. In estate abbiamo perso tre pezzi fondamentali come Lukaku, Hakimi ed Eriksen, ma non ci siamo abbattuti, abbiamo lavorato con la società portando giocatori importanti e funzionali. Quest’estate si parlava poco del valore dell’Inter ma noi siamo convinti del nostro lavoro e dobbiamo rispondere sul campo, lavorando giorno dopo giorno senza pensare ai pronostici. Adesso testa all’Atalanta, perché abbiamo meno di quattro giorni per preparare la sfida”.

(Foto LaPresse)

www.inter.it

Read More